Farmazone
Carrello vuoto
Registrati gratuitamente | Dati dimenticati? | Accedi

IN EVIDENZA

Disponibile

€ 17,60  -20%

Disponibile

€ 24,43  -30%

Disponibile

€ 33,30  -10%

Disponibile

€ 8,40  -42,1%

INFORMAZIONI E ARTICOLI

Le allergie
L'ombra che offusca la bellezza della primavera
Quando arriva la primavera tutta la natura si risveglia, ma con essa anche tutti i pollini che causano dannosissime allergie

In primavera la natura rifiorisce e ci riempie di fiori colorati, piante e gemme; purtroppo porta anche le reazioni allergiche di tantissimi soggetti che non tollerano i pollini.
Recentemente si è scoperto che i pollini da soli non sono responsabili di tutte le reazioni allergiche, o meglio la loro azione è potenziata da altre sostanze.

Infatti troppa anidride carbonica nell’aria favorisce la diffusione dei pollini, prima causa di allergie alle vie respiratorie.
Tale informazione arriva da uno studio internazionale che ha coinvolto centri di ricerca in 13 Paesi Ue ed è stato presentato all’European Geosciences Union (Egu).

Gli scienziati hanno analizzato oltre 20 varietà di piante scoprendo che negli ultimi decenni si è assistito ad un aumento record della diffusione degli allergeni “verdi” nelle aree urbane e che il fenomeno è strettamente collegato all’emissione di gas come il CO2.



Annette Menzel della Technical University di Monaco di Baviera ha sottolineato come la durata delle allergie nel tempo, nonchè i casi di allergia siano enormemente aumentati negli ultimi anni, attraverso questo studio si è compreso che il fenomeno, non è legato all'innalzamento della temperatura globale, come si era pensato in un primo momento, ma all'aumento dell'anidride carbonica nell'aria (fattore che causa anche l'innalzamento della temperatura).

A questo fenomeno va aggiunto un altra informazione, proveniente da un diverso studio: troppa igiene nuoce alla salute.

Un gruppo di studiosi della School of Public Health dell'Università del Michigan ha notato che la troppa pulizia aumenta la suscettibilità alle allergie.

Sotto accusa è la sovraesposizione al triclosan, una sostanza presente in molti saponi antibatterici, dentifrici e dispositivi medici. Studi sugli animali, hanno dimostrano che il triclosan può influenzare il sistema immunitario: questo è il primo studio a guardare gli effetti dell'esposizione alla sostanza sugli esseri umani.

I ricercatori hanno confrontato la presenza del triclosan nelle urine con le diagnosi di allergia o febbre da fieno, usate come punto di riferimento per le alterazioni immunitarie, in un campione di soggetti americani dai 6 anni in su: i ricercatori hanno scoperto che le persone con i livelli più elevati di triclosan, soprattutto se in giovane età, avevano più probabilità di vedersi diagnosticata una qualche allergia.

L'ipotesi quindi porta a pensare che ambienti molto puliti e igienici possono avere un impatto sulla esposizione a microrganismi benefici per lo sviluppo del sistema immunitario, ma è anche possibile che i soggetti allergici siano più puliti a causa della loro condizione, e quindi il rapporto che è stato osservato sia non causale oppure sia un esempio di causalità inversa.

Cerca altri articoli
Farmazone by Longo & Paternò srl - Partita IVA 02678410735
Migliorshop Farmacia - Copyright 2006 - 2017 Sfera Design - Milano. Tutti i diritti riservati.