Farmazone
Carrello vuoto
Registrati gratuitamente | Dati dimenticati? | Accedi

IN EVIDENZA

6 pezzi

€ 22,50  -10%

Disponibilità limitata

€ 30,60  -10%

11 pezzi

€ 5,19  -35%

Disponibilità limitata

€ 30,00  -37,5%

INFORMAZIONI E ARTICOLI

Sonno in gravidanza
L'insonnia nelle donne incinte
Un articolo pubblicato sul Journal of the American Medical Association spiega quali sono le cause più frequenti della perdita del sonno durante la gestazione e dopo il parto.

disturbi del sonno sono molto frequenti in gravidanza, tanto frequenti che si tende a sottovalutarli. Sarebbe bene, invece, prestarvi attenzione e tenerli sotto controllo. Un articolo pubblicato sul Journal of the American Medical Association spiega quali sono le cause più frequenti della perdita del sonno durante la gestazione e nel periodo immediatamente successivo al parto. Alcune molto conosciute, altre meno.

Tra i primi sintomi della gravidanza ci sono la fatica e la sonnolenza durante il giorno. I cambiamenti nel sonno compaiono tra l'undicesima e la dodicesima settimana. In questo periodo, nonostante si arrivi a circa 7,4 ore di sonno per notte, quasi mezz'ora più del sonno abituale, ci si sveglia più volte durante la notte, riposando meno.

Con il proseguire della gravidanza, i cambiamenti a cui va incontro il corpo interferiscono sempre di più con il sonno. La pressione dell'utero sulla vescica costringe ad alzarsi più volte durante la notte. I movimenti fetali, la sensibilità del seno, il dolore nella zona lombare e i crampi alle gambe rendono più difficoltoso trovare una posizione comoda. Al terzo trimestre le ore di sonno si sono ridotte a 6,9 e l'11 per cento del tempo passato a letto lo si trascorre sveglie.

Durante i primi tempi della gravidanza possono insorgere due particolari disturbi del sonno: la sindrome delle gambe senza riposo e l'apnea ostruttiva notturna. La sindrome delle gambe senza riposo, che può causare una forte privazione di sonno, insorge in una donna su quattro durante la gravidanza ed è caratterizzata da un continuo movimento delle gambe.

La sindrome risulta essere correlata con il livello di ferro nel sangue: la concentrazione di ferritina in circolo deve essere di 50 ng/mL e l'uso di integratori fino al raggiungimento della concentrazione esatta può essere in questi casi appropriato. Per quanto riguarda invece l'apnea notturna, il sintomo più comune è il russare. Alcuni studi collegano il russare in gravidanza con l'incremento del rischio di ipertensione, preeclampsia e dimensioni eccessivamente piccole del neonato.

Come emerge dall'articolo, anche se le conseguenze dei disturbi del sonno sul feto devono ancora essere confermate da nuovi studi è bene non sottovalutare la questione, soprattutto nel caso degli ultimi due disturbi citati. Spesso, inoltre, la perdita del sonno, oltre alla prevedibile stanchezza, causa anche depressione, problemi di relazione con il partner e con i familiari. Quindi, se questi disturbi dovessero presentarsi è bene discuterne con il medico e trovare insieme la soluzione migliore.

Fonte: Lamberg L. Sleeping poorly while pregnant may not be “normal”. JAMA 2006; 295(12):1357-1361.

Cerca altri articoli
Farmazone by Longo & Paternò srl - Partita IVA 02678410735
Migliorshop Farmacia - Copyright 2006 - 2017 Sfera Design - Milano. Tutti i diritti riservati.